sabato 21 novembre 2009

Influenza A: virus mutato, più pericoloso?


E' da mesi che si parla della possibilità che il virus dell' Influenza Suina possa mutare, diventando più pericoloso.

Si diceva la stessa cosa pure del Virus dell' Influenza Aviaria..e sappiamo tutti com'è finita la faccenda: migliaia di allevamenti di pollame (in gran parte piccoli allevamenti e soprattutto con polli allevati a terra) sul lastrico, tanta paura e spese dei governi per…nulla!
Spesso viene ripetuto che ci si debba vaccinare per l'Influenza Suina anche se la malattia è meno grave della comune influenza mentre il vaccino è poco testato ed ha importanti effetti collaterali, per proteggersi da eventuali mutazioni del virus che lo renderebbero più aggressivo, ma ciò NON HA SENSO, poiché:
  • da un lato i virus influenzali hanno la caratteristica di mutare di continuo (per questo ogni anno ci si ammala di influenza)
  • E d'altra parte i vaccini NON funzionano se il virus è mutato (per questo ogni hanno vengono prodotti e somministrati NUOVI vaccini per l'influenza stagionale, nonostante comunque i vaccini per l'influenza stagionale siano meno efficaci di una corretta igiene unita a buone dosi di vitamina C e D..).
Allora per quale motivo l'OMS ( e quindi anche gli organi delle varie nazioni) continuano su questa falsa riga?
Che siano così ignoranti da non conoscere le basi della medicina, dell'infettivologia e del funzionamento del sistema immunitario (e quindi dei vaccini che promuovono)? Oppure è un tentativo di utilizzare lo stesso quelle centinaia di migliaia di confezioni di vaccino, fatte comprare a caro prezzo agli stati, e che i medici si ostinano a sconsigliare ai pazienti (in Italia sembra che gran parte dei medici sconsigli la vaccinazione ai pazienti, e anche nel resto del mondo la situazione è simile)?
Come si suol dire: "a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca".

Ora vi lascio ad un articolo giornalistico su questa "mutazione del virus", corredato di altri link riguardo alla stessa notizia; in coda commenterò tale articolo facendo notare le incongruenze.
--------------------------------------------
Influenza A, casi di mutazione del virus rilevati in Norvegia


Link originale: http://it.notizie.yahoo.com/4/20091120/tts-oittp-norvegia-influenza-mutazioni-ca02f96.html

Ven 20 Nov - 20.37 (2009)



Le autorità sanitarie norvegesi hanno reso noto oggi di aver individuato una mutazione potenzialmente rilevante del virus H1N1, che potrebbe essere associata a sintomi più gravi della malattia nei soggetti colpiti.


"La mutazione potrebbe avere effetti sulla capacità del virus di penetrare più in profondità nel sistema respiratorio, causando perciò una malattia più grave", si legge in una nota dell'Istituto di Sanità Pubblica norvegese.
Secondo le autorità, però, non c'è ragione per temere che la mutazione abbia effetti sull'efficacia dei vaccini o dei farmaci antivirali prodotti da società farmaceutiche come Roche, GlaxoSmithKline, Novartis e AstraZeneca.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha spiegato che la mutazione non sembra essere diffusa in Norvegia e che il virus, nella sua forma mutata, rimane comunque sensibile ad antivirali e vaccini.


Una mutazione simile, ha aggiunto l'Oms, è stata rilevata nel virus H1N1 che circola in altri Paesi, come Cina e Stati Uniti, sia in casi gravi che in casi non gravi.
"Anche se le indagini sono tuttora in corso, al momento non c'è nessuna evidenza che le mutazioni porteranno ad un aumento dei casi di infezione... o dei decessi", si legge in una nota dell'Oms.

Nel mondo le vittime del virus H1N1 sono almeno 6.770.

In Italia, i decessi correlati all'influenza A sono 68, in base ai dati resi noti oggi dal ministero della Salute in una nota, mentre le persone vaccinate sono quasi 170.000.

--------------------------------------

Link a notizie correlate:

----------------------------------
Nell'articolo giornalistico riportato qui sopra ho sottolineato i punti da analizzare:


Prima si parla di una "mutazione potenzialmente rilevante del virus H1N1" e si dice che "potrebbe essere associata a sintomi più gravi della malattia" (con ciò si vuole richiamare alla mente del lettore la massa di annunci riguardo alla possibilità, del tutto ipotetica ma paventata come fortemente possibile, che il virus muti e diventi estremamente pericoloso), e nella riga seguente si rincara la dose riguardo ai pericoli di questa mutazione…

Subito dopo si dice che però "non c'è ragione di temere che la mutazione abbia effetti sull'efficacia dei vaccini o degli antivirali" (e si fa una lista delle Case Farmaceutiche produttrici: quasi come a suggerire che solo i vaccini prodotti da loro siano ancora efficaci...ricordiamoci che le case farmaceutiche sono aziende e un po' di pubblicità non guasta mai..) e nella riga seguente si dice che l'OMS rassicura anch'essa sul fato che, nonostante la mutazione, vaccini e antivirali funzionano lo stesso (non si capisce se è appena stata scoperta quando e dove abbiano avuto il tempo di accertarlo con i dovuti test! Poi ho già detto che i vaccini nella gran parte dei casi sono inefficaci se il virus muta e ancor più spesso ciò capita con vaccini composti con frammenti virali e non virus intero inattivato, e i vaccini per la suina che vengono somministrati alla popolazione sono di questo tipo).

Poi l'articolo continua dicendo che "non c'è nessuna evidenza che le mutazioni porteranno ad un aumento dei casi di infezione..o dei decessi", cosa molto sensata visto che appunto è una caratteristica di TUTTI i virus influenzali mutare, e generalmente tali mutazioni non rendono però il virus più pericoloso…Peccato che poche righe più su è stato fatto capire che la mutazione potrebbe rendere la malattia più grave! DECIDETEVI!
Questa è una comunicazione schizofrenica e insensata, e ci viene propinata da mesi in TV e sui giornali.

Da un lato si fomenta il panico e dall'altro, spesso nella stessa notizia, si rassicura!
Prima si dice che il virus è blando e poi che è letale!
Cos'è, una nuova tattica o semplice incompetenza?

La verità, che i medici di famiglia sanno e dicono ai loro pazienti, è che il virus dell'Influenza Suina è meno letale dell'influenza stagionale ma più contagioso soprattutto fra i giovani, e che non c'è ragione di temere una mutazione naturale che lo renda una nuova spagnola, come non c'è ragione di credere che il vaccino disponibile ad oggi sia efficace su un virus mutato. Entrambi i casi potrebbero anche capitare, ma sono decisamente improbabili e non certo prevedibili, poi qualsiasi virus influenzale ha la stessa remota possibilità di mutare in un virus letale..

Per questo i medici stanno sconsigliando il vaccino!

L'articolo si conclude con la consueta conta dei morti in Italia (68) e nel mondo (6770), omettendo di dire che solo in Italia muoiono ogni anno circa 8000 persone di influenza stagionale e che sia per la Suina che per la comune Influenza chi muore generalmente ha già patologie gravissime in atto.

Spero di essere riuscita a mettere in luce il grado di manipolazione che i media hanno quando espongono le notizie, oltre ad aver fatto chiarezza su alcune questioni inerenti alla Suina.

[come di consueto questo post potrà essere modificato/aggiornato in futuro, per via dell'arrivo di nuove informazioni e della naturale crescita del Blog]

Suina o Bufala?

Questo è il problema..

Nessun commento: